PROFUMO DI RINGHIERA

 

Il primo accenno di questo progetto risale a 15 anni fa, come si può vedere nelle immagini del percorso fotografico, quando Valerio Pisano disegnava i primi schizzi di alcune delle opere poi create.

Nel 2006 ha iniziato a disegnare - col personal computer e a mano libera - le opere già abbozzate e ne ideava di nuove ogni giorno e in ogni luogo, sia a lavoro che a cena, solo o con amici, in spiaggia e in viaggio, arrivando nel giro di qualche mese ad averne disegnate, in modo schematico, più di 200.

Nel 2007 si apprestava a passare un'altro lungo autunno chiuso in casa dopo aver scoperto l'esistenza di un programma per architetti molto interessante che gli ha permesso di ridisegnare completamente in 3d e a colori tutte le 200 "invenzioni".

Gli orari di lavoro si prolungavano fino a notte fonda, per poi alzarsi abbastanza presto al mattino e riprendere freneticamente. Ha consumato i pasti in mezzo agli attrezzi e alle opere in costruzione. Foglietti sul comodino per eventuali appunti "ultima ora".

Nello stesso periodo metteva on-line il proprio sito www.valeriopisano.it, ricevendo dei lavori presentati numerosi apprezzamenti. Sono così arrivate le prime offerte per la pubblicazione di un catalogo.

Dopo avere accantonato il progetto per un tempo di riflessione, anche grazie al caro amico-scultore Gianleonardo Viglino, che gli ha offerto l'uso del suo laboratorio e gli ha insegnato la magia della creazione con plexyglass, metalli, legni ecc., ha deciso di iniziare questa avventura. Immergendosi in un mondo nuovo di materiali e tecniche mai usate. Ha incominciato costruendo le forbici per doppie punte, per finire con la più importante e impegnativa profumo di ringhiera.

 

 

 

Profumo di ringhiera